Ecobox Forse non lo sai, ma le cartucce esauste delle proprie stampanti vanno smaltite o gestite a norma di legge e si possono rischiare conseguenze anche penali in caso di inadempienza.

Il D.Lgs 152/06 ex D.Lgs 22/97 (Decreto Ronchi) obbliga tutti i titolari di partita iva (senza nessuna eccezione), ad una corretta gestione dei rifiuti speciali da stampa informatica esausti (comunemente toner esausti) prodotti con le proprie stampanti.

Le cartucce e i toner esauriti sono “rifiuti speciali” e vanno correttamente smaltiti. Contengono polveri sottili, nel caso dei toner, e inchiostri liquidi, nel caso delle cartucce inkjet. Per legge e per coscienza ambientale, cartucce e toner esauriti non possono assolutamente essere gettati nella comune spazzatura con la logica della raccolta indifferenziata.

CONSINFO.IT fornisce una scatola ECOBOX dove apporre questi rifiuti speciali, per tutelare l’azienda in quanto lo smaltimento affidato ad aziende specializzate assolve gli obblighi di legge per il trattamento dei "rifiuti speciali" (Codice CER 08 03 18) e le pratiche fiscali per la loro gestione.

Quando l’ECOBOX sarà pieno, il cliente dovrà richiedere il ritiro. Avendo però l'ECOBOX scadenza di un anno, se entro 11 mesi dal primo utilizzo dell’ECOBOX non è stata effettuata richiesta di ritiro, come da legge, il cliente dovrà comunicarlo per l’imminente pianificazione; nel caso ci comunichiate il primo utilizzo, gestiamo noi la pianificazione per il ritiro entro l'anno. Il ritiro sarà effettuato entro 20 gg lav. dalla richiesta con emissione di regolare formulario di identificazione dei rifiuti FIR, come prevede la normativa vigente.

CONSINFO.IT è disponibile a seguirvi in modo da gestire regolarmente tali rifiuti, alleggerendo il Vostro lavoro e garantendoVi il regolare processo di smaltimento.
Siamo a completa disposizione per qualsiasi informazione
.